Storia

giovedì 17 giugno 2021

1930 - Rotariani tedeschi e francesi si incontrano a L'Aja, in occasione del primo Congresso Regionale Europeo. Per iniziativa del PDG. Otto Bühler (RC Vienna - Distretto 73, che comprendeva Germania ed Austria) e del Presidente del R. di Parigi, Bernardot, si decise di adoperarsi per un riavvicinamento delle due Nazioni. Venne creato un "piccolo comitato" Francia- Germania: comprendeva rappresentanti dei due Distretti.

1937 - Quattrocento rotariani dei due Paesi si incontrano alla Convention di Nizza. I rotariani tedeschi, nell'occasione, propongono la candidatura del francese Maurice Duperrey a Presidente Interazionale: Duperrey fu Presidente nel 1937-38 ed il primo Presidente europeo. Le relazioni tra i due Paesi si erano particolarmente sviluppate, ma il regime hitleriano, determinando lo scioglimento del Distretto tedesco alla fine del 1937 e lo scioglimento dei Club austriaci nel 1938, impedì ulteriori incontri.    

Maurice Duperrey

18 maggio 1950, Baden-Baden, primo convegno franco-tedesco

1950 - Il 18 maggio a Baden-Baden si tiene il primo convegno tedesco sotto la presidenza di Robert Haussmann e con la partecipazione di Rotariani francesi. Il francese Roger Courant in un accorato discorso appella al riavvicinamento dei due Paesi. Due giorni dopo i rotariani tedeschi e francesi si incontrano nuovamente a Strasburgo. Paul-Henry Spaak, Presidente dell'Assemblea del Consiglio di Europa, si rivolge ai rotariani, insistendo sulla necessita di una unione dell'Europa.     

Robert Courant

Robert Haussmann

Robert Haussmann, primo Governatore tedesco del dopoguerra, dichiara: "I rotariani debbono essere all'avanguardia dell'ideale della pace". Il comitato Interpaese è nato. I contatti si sviluppano, nel 1951 segue il Comitato Interpaese Germania-Olanda, seguiti ben presto da numerosi altri che riuniscono i rotariani di vari paesi europei.

Costituzione del CIP, Stresa 3-4 maggio 1958

1957 – Dopo il primo contatto a Zurigo si decide di creare il Comitato Interpaese Svizzera-Italia e la prima seduta ufficiale avrà luogo a Stresa il 3 e 4 maggio 1958 alla presenza dei DG Cornu e PDG Ambrosetti per la Svizzera e dei DG Rusca e PP di Milano Bognetti, che presiedeva la riunione, per la parte italiana. 

1990 - I Rotary Club di 59 Paesi hanno contatti regolari, sia direttamente, sia per il tramite dei Comitati Interpaese. Tali contatti non sono limitati ai soli Paesi delle Regioni dell’Europa centrale ed Orientale e del Medio Oriente ed Africa. Esistono ora Comitati Interpaese tra il Portogallo ed il Brasile, tra il Brasile e l'Argentina, tra la Germania ed il Giappone, tra Italia e gli Stati Uniti, tra l'Olanda e l'Indonesia, tra La Francia e l'India, tra la Grecia e l'Australia e così via.

2020 – “In conformità con il piano strategico del Rotary International, gli Comitati Interpaese forniscono un supporto significativo a tutti i programmi del Rotary International e della Fondazione Rotary. Oggi sono stati istituiti comitati internazionali in molte parti del mondo e ce ne sono circa 400. La presenza degli Comitati Interpaese all'interno del Rotary International è diventata una forza vitale che rafforza la sua dimensione storica di contributo alla pace nel mondo” Citazione di Cyril Noirtin Presidente del Consiglio esecutivo dei Comitati Interpaese 2020-2022